Archivio dell'autore: olivecrona

L’APPORTO DELL’IMMIGRAZIONE LOMBARDA NEL COSTITUIRSI DELL’ETHNOS LEPRIGNANESE

Nel corso del XVI secolo e fino almeno agli inizi del XVII si registrò a Leprignano una corrente migratoria di origine lombarda: l’insediamento di Lombardi, come anche di alcuni Toscani, fu voluto dal feudatario, che era un ente ecclesiastico, il … Continua a leggere

Pubblicato in LOMBARDI A LEPRIGNANO | Lascia un commento

CHE COSA C’ERA TRE SECOLI FA NEL SITO DOVE OGGI SORGE LA TORRE DELL’OROLOGIO

Ai primi del ‘700 vi era, laddove oggi sorgono i locali della Torre dell’Orologio, un orto di proprietà di Giulia Capecchia, seconda moglie di Francesco Leonio (=Alei), il quale, nella propria assegna (=dichiarazione giurata) autografa del 22 novembre 1703 agli atti … Continua a leggere

Pubblicato in TORRE DELL'OROLOGIO | Lascia un commento

GLI ALESSANDRINI A MONTELEONE DI FERMO: ORIGINI DI UNA FAMIGLIA CAPENATE

Tra i paeselli marchigiani che nel corso dei secoli, e in particolare nella seconda metà del XIX secolo, hanno alimentato il flusso migratorio verso Leprignano, dal 1933 Capena, vi è Monteleone, centro del Fermano, in epoca postunitaria diventato Monteleone di … Continua a leggere

Pubblicato in FAMIGLIE DI ORIGINE MARCHIGIANA A CAPENA | Lascia un commento

LA PRESA DI POSSESSO DEI BENI DELLA FU CINZIA ALEI VEDOVA BARBETTI DA PARTE DEL DI LEI FRATELLO GERMANO ED EREDE

In un atto rogato da un notaio morlupese il 17 dicembre 1668 è consacrata e formalizzata la presa di possesso dei beni della fu Cinzia vedova del fu Pompeo Barbetti da parte del di lei fratello germano ed erede “ab … Continua a leggere

Pubblicato in IL MONTE, LA CONCA | Lascia un commento

LA “QUIETANTIA DOTIS”: RICEVUTA DI FINALE PAGAMENTO DELLA DOTE

Con atto rogato da un notaio leprignanese il 12 dicembre 1677 si consacra l’avvenuta integrale corresponsione della dote di Anastasia Graziosi, moglie di Agostino Barbetta del fu Bernardo: al Barbetta sono versati, come rata finale della dote della moglie, trenta … Continua a leggere

Pubblicato in LA DOTE A LEPRIGNANO | Lascia un commento

IL TESTAMENTO OTTOCENTESCO DI UN SACERDOTE LEPRIGNANESE

Con verbale di apertura rogato il 27 luglio 1839 da un notaio capitolino, viene pubblicato il testamento di Don Francesco Sinibaldi, la cui casa di ultima abitazione era in Roma, via delle Tre Pile numero 64. Con l’atto di ultima … Continua a leggere

Pubblicato in CHIESA DI SAN LUCA, SACERDOTI LEPRIGNANESI, TESTAMENTI LEPRIGNANESI | Lascia un commento

IL LAVATOIO PUBBLICO A LEPRIGNANO IN UNA FONTE DOCUMENTARIA CATASTALE TARDOSETTECENTESCA

Nel catasto di Leprignano del 1778, tra i beni del legato pio Santolini è annoverato anche un pezzo di terreno “ricinto di fratte, cannetato, della quantità di uno staro, posto in vocabolo il pubblico lavatore, chiamato il pozzo, confinante da … Continua a leggere

Pubblicato in LAVATOIO PUBBLICO | Lascia un commento