IL TOPONIMO RURALE LEPRIGNANESE “FOSSA LE NOCE” O “FOSSA LE NOCI”

Con atto rogato da un notaio morlupese il 14 aprile 1738 Caterina, figlia del fu Carlo Leoni e moglie di Venanzio Vespasiani, autorizzata dal Governatore di Leprignano e con il consenso di due tra i suoi parenti più prossimi, vende a Pietro Francesco Caramani e alla di lui moglie Angela Porzi un terreno esteso tre quarte in vocabolo (=località) “Fossa le Noce”, “prope bona ab uno Joannis Sinibaldi, superius Josephi De Rubeis pro uxore, ab alio Joannis Berardi pariter pro uxore, et a pede foveum”, cioè confinante da un lato con i beni di Giovanni Sinibaldi, di sopra con Giuseppe Rossi per la moglie (cioè con beni dotali della moglie di Giuseppe Rossi, ovvero con beni appartenenti alla dote di Giuseppe Rossi), da un’altra parte con Giovanni Berardi parimenti per la moglie (cioè con beni dotali della moglie di Giovanni Berardi, ossia con beni appartenenti alla dote della moglie di Giovanni Berardi) e da piedi con il fosso.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in TOPONIMO RURALE "FOSSA LE NOCE" O "FOSSA LE NOCI". Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...