ILRISCATTO DI UN CENSO BOLLARE O CONSEGNATIVO IN UN ATTO NOTARILE SETTECENTESCO A CAPENA/LEPRIGNANO

Con atto rogato da un notaio morlupese il 9 gennaio 1731, Domenica Maria figlia del fu Luca Barbetti e moglie di Francesco Alei, nonché madre di Giovanni Alei, riscatta, insieme con il marito e con il figlio, un censo imposto da Francesco Alei del fu Giovanni e da lui venduto a Don Paolo Rossi, che poi lo vendette al fu Girolamo Fabbri, che a sua volta lo alienò alla Venerabile Società del Santissimo Rosario della terra di Leprignano. Nell’atto la Venerabile Società del Santissimo Rosario è rappresentata da Crescenzio Cozzardi del fu Andrea e da Simeone Berardi del fu Andrea, rispettivamente priore e camerario di detta Società; Domenica Maria Barbetti, in quanto donna e quindi con minorata capacità di agire, è assistita nel compimento dell’atto dai suoi parenti Antonio Barbetti del fu Bartolomeo  e Nicola Consoli del fu Bassano. Nell’atto è menzionato anche il contratto di matrimonio stipulato nel 1729 tra Giovanni Alei, figlio di Francesco Alei e di Domenica Maria Barbetti, e Caterina Alei figlia di Antonio, con promissione (promessa) di dote composta da 200 scudi in denaro, da pagarsi in due rate, e da altri beni.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in CENSO BOLLARE, SOCIETA' DEL SANTISSIMO ROSARIO. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...