UN CASO DI MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA A CAPENA NELLA PRIMA META’ DEL XVIII SECOLO

Con atto rogato da un notaio morlupese il 15 gennaio 1733 Vittoria, figlia del fu Egidio Sinibaldi e moglie in seconde nozze di Francesco Antonio S., dona ad Achille Fiorentini, figlio del suo primo marito, e a Margherita, figlia del nominato suo secondo marito, i propri beni dotali, “cum quotidie, et sepissime sit vexata a prefato eius viro, qui etiam multas ei minas intulit, ut eius desiderium adimpleat“. La donna spera di poter, attraverso la predetta donazione, “ab omnibus molestiis, et perturbationibus se liberare“. La donna è autorizzata alla donazione con decreto emesso da Giovanni Battista Mochetti, arciprete e vicario foraneo di Morlupo, nonché giudice ordinario abile e competente ad emettere i decreti di volontaria giurisdizione per l’autorizzazione al compimento di atti di disposizione dei beni di minori o di donne.

 

Questa voce è stata pubblicata in DONAZIONI, MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...